Pubblico Impiego Ministero della Salute

SPENDING REVIEW Ministero Salute: TAGLIO DOTAZIONI ORGANICHE - SASN

Roma -

NELLA RIUNIONE CON LE OO.SS DEL 24 gennaio IL Direttore Generale del Personale dott. Celotto HA COMUNICATO CHE IL D.P.C.M. DELLA DOTAZIONE ORGANICA DEL MINISTERO DELLA SALUTE, FIRMATO DAL Ministro Patroni Griffi E DAL Ministro Grilli, SARA’ PUBBLICATO IN G.U. DOPO LA REGISTRAZIONE ALLA CORTE DEI CONTI.

IL DPCM FORMALIZZA IL TAGLIO DEL 10 % ALLE DOTAZIONI ORGANICHE DELLA “SPENDING REVIEW” LA CUI PROCEDURA E’ INDICATA NELLA DIRETTIVA P.C.M. 10/2012 DEL 24 settembre 2012, A CUI SI AGGIUNGE L’ULTERIORE TAGLIO DEL 10% ALLE DOTAZIONI ORGANICHE PREVISTO DAL DL 138/2011.

LA NUOVA DOTAZIONE ORGANICA COMPLESSIVA DEL MINISTERO DELLA SALUTE, INCLUSO I 125 DIRIGENTI I E II FASCIA E I 247 DIRIGENTI DELLE PROF. SANITARIE, E’ DI 1700 UNITA’.

LA RIDUZIONE E’ DI OLTRE IL 20% : 354 UNITA’ IN MENO RISPETTO ALLA PRECEDENTE DOTAZIONE ORGANICA (DPR 108/2011) CHE ERA DI 2054 UNITA’ !!

SI PASSA DA 1625 A 1328 CON UN TAGLIO DI BEN 297 POSTI NELLE AREE (ex liveli) !!

IL PERSONALE DIRIGENTE PASSA DA 429 A 372 UNITA’.

LA DOTAZIONE ORGANICA COMPLESSIVA NEL 2007 (DPCM 10/1/2007) ERA DI 2520 UNITA’, DI CUI 1978 LAVORATORI DELLE AREE E 542 DIRIGENTI.

IN SOLI 5 ANNI ELIMINATI 820 POSTI DI LAVORO !!

DAL 2007 TAGLIATI BEN IL 33% DEI POSTI IN DOTAZIONE ORGANICA DEL MINISTERO DELLA SALUTE, DI CUI 650 POSTI DI RUOLO NELLE AREE E 170 POSTI DI DIRIGENTI.

IL MINISTERO DELLA SALUTE E’ TRA I MINISTERI CHE HA PAGATO IL PREZZO PIU’ ALTO NEGLI ULTIMI 20 ANNI IN TERMINI DI TAGLIO ALLA DOTAZIONE ORGANICA !!

NEGLI INCONTRI SULLA Spending review L’Amministrazione E IL Ministro Balduzzi AVEVANO ASSICURATO CHE AL FINE DI EVITARE ESUBERI, PER LE PREVISTE RIDUZIONI ALLA DOTAZIONE ORGANICA, CI SAREBBERO STATI PENSIONAMENTI ENTRO IL 31/12/2014 DEI DIPENDENTI CON I REQUISITI pre-Fornero, NEI TEMPI DETTATI DALLA DIRETTIVA N.10/2012 24 settembre DELLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI IN ATTUAZIONE DELLA SPENDING REVIEW NELLA P.A.

DAI DATI FORNITI IN QUELLE RIUNIONI CON IL Ministro Balduzzi, AL 24/9/2012 ERANO PRESENTI 1441 LAVORATORI DELLE AREE (EX LIVELLI). 49 SAREBBERO ANDATI IN PENSIONE ENTRO IL 31/12/2012, 37 ENTRO IL 31/12/2013 E 20 ENTRO IL 31/12/2014.

MA C’E’ UN PROBLEMA. LA TABELLA ALLEGATA AL DPCM RIPORTA IL NUMERO DEI DIPENDENTI DELLA NUOVA DOTAZIONE ORGANICA IN VIGORE DOPO I TAGLI E LE COMPENSAZIONI VARIE, MA NON RISULTA CHIARO SE, QUANDO E QUANTI LAVORATORI DELLE AREE DEL MINISTERO DELLA SALUTE DOVRANNO ANDARE IN PENSIONE CON I REQUISITI PRE-FORNERO.

AL RIGUARDO SI ATTENDE CHE TALI INFORMAZIONI, QUANDO IN POSSESSO, SIANO COMUNICATE DALL’Amministrazione.

S.A.S.N.

NELLA NUOVA DOTAZIONE ORGANICA E' COMPRESO TUTTO IL PERSONALE DI RUOLO DEGLI UFFICI S.A.S.N., COME SOSTENUTO SEMPRE DALLA USB-PI E COME CONFERMATO DALL’Amministrazione E DAL Ministro della Salute Balduzzi NEGLI INCONTRI CON LE OO.SS.

SI DIRA’ “E’ OVVIO CHE IL PERSONALE DEI SASN SIA IN DOTAZIONE ORGANICA” . . . MA NON PER ALCUNI.

IL PERSONALE DI RUOLO DEI SASN NON SAREBBE PIU’ IN ORGANICO LADDOVE (IPOTESI REMOTA) FOSSE TRASFERITO ALLE ASL E SOLO IN QUEL MOMENTO . . . MA LA USB-PI E I LAVORATORI STANNO FACENDO E FARANNO DI TUTTO PER IMPEDIRE QUEL MOMENTO !!

RICORDIAMO CHE IL DIRETTORE GENERALE DEL PERSONALE dott. Celotto COMUNICHERA’ L’ORIENTAMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA E DEL M.E.F. IN MERITO ALLA RICHIESTA DI PERMANENZA DEI LAVORATORI DI RUOLO DEI SASN NELL’ORGANICO DEL MINISTERO DELLA SALUTE, NELL’IPOTESI DI TRASFERIMENTO DELLE COMPETENZE DEI SASN ALLE ASL. PREVISTO DALLA L. Balduzzi.

LA USB-PI RIBADISCE E CHIEDE CON FORZA CHE SI ACCELERI L’ITER PER LA PERMANENZA DEI DIPENDENTI DI RUOLO DEI SASN NELL’ORGANICO DEL MINISTERO DELLA SALUTE.

A TAL FINE SI LA USB-PI SI STA ADOPERANDO PER CONVOCARE UN TAVOLO AL MINISTERO PER TROVARE UNA SOLUZIONE ALLA COLLOCAZIONE DEI DIPENDENTI DEI SASN NELL’ORGANICO DI ALTRI UFFICI DEL MINISTERO DELLA SALUTE (ES. USMAF) PRIMA DELL’EVENTUALE DECRETO ATTUATIVO (DPCM) DI TRASFERIMENTO DELLE COMPETENZE DEI SASN ALLE ASL.

LA USB-PI RIBADISCE LA RICHIESTA ESPRESSA ANCHE NELL’ULTIMO INCONTRO DEL 15 gennaio:

IL MINISTERO DELLA SALUTE ESPRIMA AL FUTURO Governo LA PREOCCUPAZIONE PER L’INADEGUATEZZA E L’INAPPLICABILITA’ DELLA NORMA Balduzzi, IN MERITO AI DIVERSI TEMPI DI PASSAGGIO DELLE COMPETENZE ALLE REGIONI E COMUNQUE PER LE NEGATIVE RIPERCUSSIONI SULL’UTENZA E SUL PERSONALE DI RUOLO E A CONVENZIONE DEI SASN.

LA USB-PI CONFERMA IL RECEPIMENTO DELLE PROPRIE RICHIESTE DA PARTE DEL Direttore Generale del Personale IN MERITO ALLA RICHIESTA DI PERMANENZA DEI LAVORATORI DEI SASN NELL’ORGANICO DEL MINISTERO DELLA SALUTE, COME EMERSO NELLA RIUNIONE DEL 15 gennaio 2013.

CIO’ A DIMOSTRAZIONE CHE LA DETERMINAZIONE, LA COERENZA E LE GIUSTE RIVENDICAZIONI DELLA USB-PI PRODUCONO RISULTATI POSITIVI.

SE IL MEF E LA FUNZIONE PUBBLICA DARANNO L’OK, SARA’ UN PRIMO POSITIVO SEGNALE PER I LAVORATORI.
IN CASO CONTRARIO, UN URGENTE CONFRONTO AL MINISTERO DOVRA’ CONSENTIRE LA SOLUZIONE PER LA PERMANENZA DEI LAVORATORI DI RUOLO DEI SASN NELL’ORGANICO DEL MINISTERO E POI ATTENDERE IL CONFRONTO CON IL NUOVO Ministro della Salute.

MA IN ENTRAMBE I CASI SI DOVRA’ CONTINUARE A LAVORARE PER IMPEDIRE IL TRASFERIMENTO DELLE COMPETENZE DEI SASN ALLE ASL, PER TUTTE LE IMPLICAZIONI NEGATIVE IN ESSO CONTENUTE.

In allegato il COMUNICATO

USB Pubblico Impiego MINISTERO SALUTE