Ministero SALUTE. CHIUSURA SASN, MOBILITA' PER I LAVORATORI AL S.S.N.

E’ bastato diffondere la notizia per scatenare la reazione di coloro che, pur sapendo, hanno taciuto fino ad oggi. Infatti già a Luglio 2011 tutte le OO.SS., ad eccezione della USB, avevano ricevuto l’informazione della chiusura dei SASN del MINISTERO SALUTE ! ! ! !

Nelle riunioni tra Amministrazione e Sindacati sull’Accordo per il Personale a Convenzione non medico dei Sasn era condivisa la “soluzione” di una norma di trasferimento dei SASN alle Regioni - S.S.N in cambio della copertura finanziaria dell’Accordo, che il Ministro Tremonti aveva proposto, sollecitato dall’ex Ministro Salute Fazio che aveva caldeggiato tale “soluzione” ! ! ! !
   
E così si arriva alla Legge di Stabilità 2012 approvata il 12 Novembre dal Parlamento Italiano, che prevede il trasferimento delle funzioni dei SASN, del personale dipendente e a convenzionE VERSO IL   Servizio Sanitario Nazionale ! ! ! !

Non c’è stata alcuna discussione in Parlamento, in quanto TUTTE le forze POLITICHE hanno approvato la LEGGE di STABILITA’ in fretta e furia IN NOME di un FANTOMATICO BENE DEL PAESE (per Paese si deve intendere Banche, Speculatori, Evasori e NON CITTADINI E LAVORATORI!).    
    
Vogliamo ricordare che anche CISL, UIL e UGL hanno sempre appoggiato e approvato tutte le decisioni del passato Governo.  
   
Anche per il Maxi-emendamento si è avuto l’appoggio di questi Partiti e Sindacati; maxiemendamento che prevede MOBILITA’ FORZATA, COLLOCAMENTO IN DISPONIBILITA’, CASSA INTEGRAZIONE E LICENZIAMENTI per i DIPENDENTI PUBBLICI !  

Questa stessa “Casta” di forze politico-sindacali, con l’aggiunta dell’ultima ora della CGIL, ha dato l’appoggio incondizionato al Governo Monti, il quale si appresta a varare provvedimenti con l’obiettivo del pareggio di bilancio entro il 2013, attraverso lo SMANTELLAMENTO DI TUTTI I SERVIZI PUBBLICI che saranno in parte PRIVATIZZATI e in parte ELIMINATI oltre a prevedere RIDUZIONI SALARIALI PER I LAVORATORI DEL PUBBLICO IMPIEGO.   

La Legge di Stabilità 2012 prevede al comma 97 che il trasferimento del Personale di Ruolo e Dei Rapporti Convenzionali del Personale Convenzionato DEI SASN sarà disciplinato DA un D.P.R.(Decreto Presidente della Repubblica) previa deliberazione del Consiglio dei Ministri (Governo!) e  sentito il Consiglio di Stato (ai sensi Art.17 Comma 2 L.23 agosto n.400 e succ.ve modificazioni), su proposta del Ministro Salute e del Ministro Economia d’intesa con la Conferenza Stato Regioni.

Pertanto ci rivolgiamo a QUEI SINDACATI, che si dicono responsabili e che OGGI CI ATTACCANO per ricordare loro  che  in  questi  anni  HANNO  IMPEDITO QUALSIASI AZIONE per ottenere LA STABILIZZAZIONE DEL SALARIO ACCCESSORIO E ART.7 IN BUSTA PAGA;

HANNO SCORAGGIATO LA RIVENDICAZIONE nei ruoli del Ministero Salute del Personale convenzionato non medico,  hanno favorito Accordi con tutti i governi  peggiorando notevolmente le condizioni di vita e di lavoro attraverso decurtazione del salario (busta paga e accessorio), riformato il trattamento pensionistico (si veda l’ultimo accordo all’ARAN per la costituzione dei fondi integrativi denominato SIRIO), allungato i termini di scadenza contrattuale, hanno consentito la diffusione della precarietà … e la lista potrebbe continuare ! ! ! !

Quindi rivolgiamo un caloroso invito a questi professionisti del Sindacato dicendo loro PER FAVORE NON VI OCCUPATE PIU’ DEI LAVORATORI  ! ! ! !

E questo lo sosteniamo in ragione dell’ultimo fatto avvenuto che è di una gravità estrema !

Nell’ultima riunione a Roma con il D.G. Leonardi e i Sindacati sui Convenzionati SASN non medici, dove questa volta USB era presente, un Sindacato è arrivato                    a proporre l’aumento di ore per la partecipazione alle Assemblee attraverso la decurtazione in busta paga ! ! ! !

E come se non bastasse si continuerà a non applicare ai COLLEGHI CONVENZIONATI DEI SASN IL CONTRATTO COLLETTIVO DEL PERSONALE DEL S.S.N., SENZA NESSUNA IPOTESI DI IMMISSIONE IN RUOLO E MANTENENDOLI IN UNA CONDIZIONE DI PRECARIETA’ ! ! ! !

RITENIAMO GRAVISSIMO IN QUESTO MOMENTO   ESPORRE TUTTI I DIPENDENTI DEGLI UFFICI SASN           DEL MINISTERO SALUTE AD UNA MOBILITA’ SENZA ALCUNA GARANZIA CHE, NELLA MIGLIORE DELLE IPOTESI, LI ESPORREBBE A TRASFERIMENTI FORZATI SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE, OLTRE CHE METTERE A SERIO RISCHIO IL SERVIZIO, CHE  OGGI VIENE DATO, DI ASSISTENZA SANITARIA AI LAVORATORI NAVIGANTI E    AERONAVIGANTI  ! ! ! !

PER QUESTO MOTIVO LA USB AVEVA GIA’ CHIESTO UN INCONTRO AL MINISTRO FAZIO REITERANDOLO OGGI AL NUOVO MINISTRO DELLA SALUTE  BALDUZZI, CON L’INTENTO DI OTTENERE  LA  MODIFICA  DEL  PROVVEDIMENTO  CHE  CONSENTA  DI  EVITARE LA  CHIUSURA  DEGLI UFFICI SASN ! ! ! !

Nel frattempo una delegazione USB del Ministero Salute è stata ricevuta dal D.G. LEONARDI il quale ha potuto prendere atto della nostra richiesta di modifica del provvedimento in ordine al trasferimento dei SASN.

USB INVITA TUTTI I COLLEGHI  DEI SASN E DEL MINISTERO SALUTE A PARTECIPARE A TUTTE LE INIZIATIVE CHE USB METTERA’ IN CAMPO PER                                               SCONGIURARE LA CHISURA DEI SASN!!!

A DIFESA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA A NAVIGANTI ED AERONAVIGANTI ! ! ! !

PER OTTENERE GARANZIE DI SALVAGUARDIA PER TUTTO IL PERSONALE (RUOLO E CONVENZIONE) DEI SASN DEL MINISTERO SALUTE ! ! ! !

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati